Agrigento, agricoltore sbranato e ucciso da due cani

CANICATTI’ (AGRIGENTO), 22 APRILE ’12 – Morire nel modo peggiore, sbranato da due cani che come belve feroci si sono agguantate su di lui e lo hanno morso, attaccato, dilaniato fino a ucciderlo. E’ successo ieri, nella piccola frazione di Burginisi, a Campobello di Licata dove oggi la comunità è sotto choc. Un agricoltore di 73 anni era appena sceso dalla sua auto e stava aprendo il cancello della sua casa di campagna, quando è stato raggiunto da due cani, forse di razza Corso, che gli si sono avventati contro. Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, i due cani sarebbero fuggiti da una villa vicina e vedendo Calogero Profeta (questo il nome della vittima), lo hanno aggredito, morso in diverse parti del corpo, provocandogli ferite e lesioni profonde. L’uomo ha perso molto sangue. Troppo. Nonostante l’agricoltore sia stato immediatamente soccorso e trasportato d’urgenza all’ospedale di Canicattì, vi è giunto cadavere. A prestare i primi soccorsi è stato un carabiniere, che ha chiamato il 118 e che avrebbe assistito a una parte della drammatica scena in cui Profeta è stato aggredito dai cani. Ora i due animali sono stati sequestrati dalla Procura di Agrigento e affidati allo stesso proprietario in attesa che il veterinario dell’Asp decida se abbatterli.

TALITA FREZZI

D: Di chi è la responsabilità di questa tragedia?

R: Il proprietario della villa ha un dovere di custodia nei confronti dei cani e pertanto potrà essere accusato di omicidio colposo per omessa custodia del cane.

AVV.TOMMASO ROSSI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

2 Responses

  1. renzo
    renzo at |

    Perche’ omicidio colposo?
    Se si vuole educare i proprietari di cani,o parte di loro, al rispetto della vita altrui e’ ora d’introdurre l’omicidio volontario o comunque qualcosa di piu’ penalizzante per i responsabili di misfatti come questo.

    Reply
  2. Enrico
    Enrico at |

    E’ vergognoso quello che sta succedendo in Italia, c’è più cani che umani! ..si difende a spada tratta i cani come non si fa con gli umani, oggi chi prende a legnate un cane viene processato e condannato per maltrattamento animali! ..ma fatemi il piacere è l’ora di farla finita con questa pagliacciata!

    Stiamo assistendo a uno sperpero di soldi pubblici per mantenere cani nei canili a invecchiare, parliami di duemila euro all’anno per ogni esemplare e poi pensiamo all’Emu!

    Oggi è diventato impossibile fare footing in libertà per i prati che si viene continuamente avvicinati da cani che sembrano impazziti, ma dico cose di questo genere non erano mai successe nella stori adell’uomo!

    Le TV e i giornali se ne guardano bene da parlare di tale argomento, ci sono le lobby non immaginate il giro miliardario che sta intorno ai cani!
    Cani randagi ovunque ma questo è solo l’inizio, le proiezioni parlano tra vent’anni ad una situazione da incubo! ..questo è solo l’inizio di una situazioni che hanno permesso andasse a crearsi!
    Qualcuno si domanda perché i cani sono diventati così cattivi e feroci, bene ve lo dico io: Non ci sono cani randagi, cani di serie A e cani di serie B ma ci sono padroni che le istituzioni dovrebbero IMPEDIRE di detenere cani.
    Oggi si incita le persone ad andare nei canili a prendere il cane! ..ma è sbagliato lo volete capire!
    Il cane non è un gatto ma un animale MOLTO IMPEGNATIVO con un anima e un cuore, che necessitano di cure e di spazio.
    Qui oggi assistiamo a gente che si fa il cane per sfizio, lo lasciano in cortile se ne vanno alle 8 del mattino e tornano alle 6 di sera e lui solo ad abbaiare a tutto quello che vede! ..vi sembra naturale che le latre persone debbano tollerare l’abbaiare del vostro cane e se qualcuno prova a chiamare USL o i Vigili gli rispondono che l’abbaiare non è do loro competenza, ma questo vuol dire essere INCIVILI.

    La gente soffre per l’abbaiare dei cani di notte, ci sono persone che recintano cani in mezzo alla campagna ad abbaiare tutta la notte, questo comportamento oltre a creare un disagio a tutte le persone il primo che soffre è IL CANE che a sua diventa cattivo e nervoso.

    Una legge che impedisce di abbandonare i cani durante l’assenza da casa e il divieto di recarsi in parchi pubblici con i cani anche a GUINZAGLIO è indifferente, il cane non è un oggetto da appartamento è un animale che esige grandi spazi, quindi chi non ha gli spazi deve ESSERE IMPEDITO DI FARSI UN CANE.
    Queste semplici regole basterebbero nel giro di tre anni a portare a un terzo i cani presenti, troppe persone si fanno questo animale, non è per tutti il cane PUNTO E BASTA.

    Reply

Leave a Reply