A Piacenza calciatore 46enne salvato in campo grazie al defibrillatore

PIACENZA, 15 APRILE ’12 – Nello stesso giorno della tragedia di Morosini, a Piacenza, un uomo di 46 anni, Massimo Proietti, è stato salvato in campo grazie ad un defibrillatore. Un dramma analogo a quello del centrocampista 26enne bergamasco ha rischiato di consumarsi ieri in un campo nella periferia piacentina, nel corso di una partita del campionato amatoriale tra la Libertas, squadra di Proietti, e la Vittorino da Feltre. Il 46enne, molto noto nel mondo sportivo piacentino, è stato soccorso da due medici che sono riusciti ad intervenire tempestivamente con un defibrillatore, permettendo al cuore dello sportivo di continuare a battere prima dell’arrivo dell’ambulanza. Appena l’amatore si è accasciato a terra, infatti, Sandro Pagani giocatore della Vittorino e Salvatore Fermi vicepresidente dello stesso club, entrambi medici, si sono subito adoperati per scongiurare la tragedia. Il defibrillatore sistemato a poca distanza dal campo è stato determinate per la buona riuscita dell’intervento. Proietti adesso è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale cittadino. I medici sono fiduciosi.

ELEONORA DOTTORI

Print Friendly
FacebookLinkedIn

Leave a Reply